autunno…

…ed in autunno il contadino, allentata la morsa dei lavori che lo attanagliano, può iniziare a dare uno sguardo all’annata agricola passata. Il meteo ha condizionato la produzione.
Inverno  molto umido e con punte minime di -12 a febbraio  (danneggiato le gemme); caldo eccezionale prima di pasqua (cascola dei frutticini per sbalzo termico ed anticipo di 2 settimane nelle fasi fenologiche), giugno e luglio super piovosi (attacchi di monilia sui frutti e scarso sapore) e per finire, dal primo agosto non piove più!
Raccolta memorabile per quantità e qualità di ciliegie e fragole. Albicocche: buona qualità, 30% in meno di raccolto. Pesche precoci, una strage: perdita quasi totale (300 quintali in meno), parecchio scatolato e attacchi di monilia, qualità non eccelsa, a livello della Romagna, e di conseguenza prezzi bassi.
Pesche medie e tardive, produzione in linea con gli altri anni e qualità via via in miglioramento, fino a tornare al livello di eccellenza che contraddistingue la nostra produzione.
Susine: annata da dimenticare, mentre OTTIMA è stata la vendemmia e la raccolta delle mele.

Comments

comments